Ci sono molte ragioni per cui l’incontro di venerdì a Genova è importante per me.

La prima è che insieme a me ci sarà Tullio Solenghi, una persona e un attore di cui ho grande stima e che, nel mio immaginario, è Leone. Per lo spirito, per l’ironia, per la vis teatrale.

Poi, sono ospite del Teatro Stabile di Genova, nel foyer della Corte, e questo per me non solo è un onore e un gran privilegio, ma il luogo naturale per Qualcosa di vero, forse il libro in cui si respira maggiormente il mio amore per il teatro, non solo per il personaggio di Leone ma per la struttura stessa della storia.

Infine, ma non meno importante, è nella mia città. È un secondo incontro che desideravo fare a Genova, dopo quello di aprile, a libro freschissimo di stampa, perché in questi mesi sono tante le persone che Se fai una presentazione a Genova me lo dici? o Mi sono persa la prima, ne fai un’altra? o Se ne rifai una io torno, mi sono divertito troppo!
E quindi qui, ho voluto fare il bis.

Siateci, riempiamo il foyer, ci tengo davvero molto ad avervi tutti lì.
E poi, Tullio Solenghi, ha già scelto le letture da fare e posso assicurarvi che ne varrà la pena.
Perché a lui il leggio lo cedo. Eccome se lo cedo.

Genova, 27 novembre ore 17.30 Foyer Teatro Della Corte Interviene Tullio Solenghi