• L’alternativa era trasformarsi per sempre in schiuma di mare. E non è che si possano fare molte cose in quelle condizioni.

    C'era una svolta

Barbara copertinarioSabato 8 aprile, dalle 10 alle 17 con un’ora di pausa pranzo, a Milano, all’atelier Le Troisième Songe (Via Savona 93, nel “Tortona District”, mi dicono di dirvi), torno con il mio laboratorio di scrittura ironica, Come lanciare meringhe a un castello.

Floriana Mantovani, che ha partecipato l’anno scorso, lo ha raccontato così.

Sarà una giornata dedicata a parlare di scrittura, di lettura e di ironia. Una giornata a scrivere, a raccontare, a guardare cambiando prospettiva, a smontare, a sdrammatizzare.
Osserveremo dolori, rabbie o fatti banali e li trasformeremo in qualcosa di diverso, di inatteso, di imprevisto.
Faremo agguati dietro l’angolo, capovolgeremo il binocolo, sorprenderemo e ci sorprenderemo, toccheremo le viscere e riacciufferemo le lacrime prima che scendano, rovesciandole in una risata.
E anche se il sarcasmo con certe persone è utile quanto lanciare meringhe a un castello, come dice Sir Terence David John Pratchett, noi ci proveremo. Perché siamo altre persone.

Il laboratorio dura sei ore, con un intervallo di un’ora per la pausa pranzo.
Le prime due ore circa sono dedicate alla teoria, ossia una lezione-conversazione sull’ironia e sulle varie tecniche di scrittura ironica, con esempi (si intende ironia in senso lato, compreso l’umorismo, il sarcasmo e altre forme di espressione letteraria simili).
Poi si prosegue con le esercitazioni. Tutti i partecipanti sono invitati a elaborare dei testi seguendo le indicazioni che vengono date. I testi saranno poi letti e analizzati insieme a tutta la classe. Sono previste due esercitazioni.

Non è necessario farsi alcuna tessera per iscriversi, quindi la quota è di 75 euro (per i miei Scrittori Pigri è previsto il 10% di sconto, perché io faccio favoritismi nel modo più sfacciato possibile, ma devono dirlo quando si iscrivono).

Dell’organizzazione se ne occupa l’insostituibile Maria Cristina Codecasa Conti e qui potete trovare informazioni anche sugli altri laboratori previsti.

Per informazioni e iscrizioni scrivete a info@letsonge.com
Ci fermiamo a 15 iscritti.

Ecco le indicazioni per raggiungere l’atelier Le Troisième Songe dove si svolgerà la giornata di lavoro.
Arrivando con il treno alle fermate Garibaldi o Centrale si prende la linea verde M2 direzione Abbiategrasso con queste opzioni:
- si scende a Romolo e si prende la filovia 90 (fermata Tortona)
- si scende a S.Agostino e si prende il tram 14 (fermata Piazza Napoli)
- si scende a Porta Genova e si arriva a piedi facendo tutta via Tortona fino in fondo.
Con i mezzi, quelli che servono la zona sono autobus 61 (fermata via Lorenteggio ang. via Tolstoj), autobus 68 (fermata via Bergognone ang. via Tortona), tram 14 (fermata Piazza Napoli) e filovia 90/91 (fermata Tortona).
Chi viene in macchina deve avere la pazienza di cercare un posto in zona oppure può utilizzare un parcheggio a pagamento costo Euro 1,50/h con ingresso via Savona ang. via Tolstoj.

LTS Workshop Fiorio Invito 2

banner_Scritura creativaIl prossimo laboratorio di scrittura ironica lo terrò a Chianciano Terme, in Toscana, zona di grandi vini.

Il Consorzio Chianciasì ha deciso di creare un pacchetto di benessere e scrittura proponendo una due giorni da loro organizzata così:

Sabato 2 luglio si parte, si arriva nell’hotel 3* che hanno selezionato (mi dicono sia un bellissimo hotel ma non so il nome) si prende possesso della camera, si afferra il buono per andare alle Terme Sensoriali nel Parco (dove sono stata: stupende) e si passa il pomeriggio in ammollo lì. La sera si cena in albergo con l’autrice, che sarei io. Poi si va a nanna presto perché il giorno dopo si scrive.

Domenica 3 luglio si fa una bella colazione e si va al Parco dove, alle 10.00, in uno spazio riservato, cominceremo il laboratorio di scrittura ironica. Si stacca verso l’una, si fa un pranzo leggero lì vicino e alle due si riprende il laboratorio, che si concluderà alle 17.00.

A quel punto liberi tutti.
Tutto ciò che ho scritto è compreso nel prezzo (189 euro a persona).

Per prenotazioni e informazioni: 0578.64943 – 366.6170039 – booking@chianciasi.com

Se vi sconfinfera o pensate che possa sconfinferare qualcuno, trovate tutti i dettagli qui.

So che hanno previsto agevolazioni per chi vuole aggiungere una notte o andare con un accompagnatore che se la vuole godere mentre noi scriviamo.
Chiamate e chiedete lumi, ve li daranno.

E divulgate a più non posso!

Venerdì presento, a Genova, Antonietta Pastore – scrittrice per Einaudi e traduttrice di importanti autori giapponesi, tra cui Murakami – e il suo ultimo romanzo Mia amata Yuriko.
Una storia d’amore, di guerra, di attesa, di silenzi, di accoglienza, di famiglia. Di vita.
Un romanzo pieno di grazia che sa emozionare, scoprire, appassionare e scoppiare come una bomba, atomica ed emotiva.

Se venerdì siete a Genova, venite a passare un’ora con noi, ci farà piacere. Ci sarà anche Angela Rastelli, editor Einaudi. Una chicca, in una presentazione.
Se non potete esserci, regalatevi comunque questo libro.

Mia amata Yuriko, presentazione a Genova

Barbara copertinarioSe vi va di passare una giornata insieme a me a parlare di scrittura, di lettura e di ironia, vi offro due città e due date per farlo - sabato 16 aprile a Milano e sabato 21 maggio a Tortona - dove terrò il mio laboratorio di scrittura ironica Come lanciare meringhe a un castello.

Passeremo una giornata a scrivere, a raccontare, a guardare cambiando prospettiva, a smontare, a sdrammatizzare. Osserveremo dolori, rabbie o fatti banali e li trasformeremo in qualcosa di diverso, di inatteso, di imprevisto.
Faremo agguati dietro l’angolo, capovolgeremo il binocolo, sorprenderemo e ci sorprenderemo, toccheremo le viscere e riacciufferemo le lacrime prima che scendano, rovesciandole in una risata.
E anche se il sarcasmo con certe persone è utile quanto lanciare meringhe a un castello, come dice Sir Terence David John Pratchett, noi ci proveremo.
Perché siamo altre persone.

MILANO – Sabato 16 aprile 2016 - Circolo Acli Terre e Libertà in Via Don Bosco 7 (MM3 Lodi o Brenta), dalle 10 alle 17 con un’oretta di pausa pranzo.
Trovate tutti i dettagli qui.
Per iscrizioni e informazioni: info@acamar.org
Riduzioni per i soci di Terre e Libertà, per i soci ACLI, per gli Scrittori Pigri 2014 e 2016.

TORTONASabato 21 maggio 2016Libreria Namastè in Via Sarina 33, dalle 10 alle 17 con un’oretta di pausa pranzo.
Presto tutti i dettagli ma, intanto, per iscrizioni e informazioni: 0131.813174 (parlate con Elisa e Francesca, le due mitiche libraie della Namastè).

L’associazione Voci di Donne mi ha invitata al loro Caffè Letterario che, per l’occasione, si terrà a Occhieppo Inferiore (Biella) giovedì 10 marzo, all’interno delle iniziative della 18° Mostra del libro per ragazzi 2016.

Se siete in zona venite: alle 19.30 ci ubriachiamo tutti, dalle 20.30 mi ascoltate leggere Qualcosa di vero e rispondere alle domande di Marina Deandrea. Leggi il resto →

Tandem ph. Sara LandoEra da tempo che io e Sara fantasticavamo sull’idea di fare un laboratorio insieme, qualcosa che unisse la creatività dei fotografi a quella degli scrittori, che offrisse nuovi spunti, nuovi stimoli, nuove chiavi di lettura, che mescolasse questi due linguaggi come già la pubblicità sa fare.

Dopo il Gruppo di Supporto Fotografi Pigri e il Gruppo di Supporto Scrittori Pigri, ci stavamo quindi dicendo davanti a un piatto di pansoti al sugo di noci, perché non raccontiamo una storia con le nostre parole e le nostre foto?
Quando è arrivata la focaccia al formaggio eravamo passate al “Perché invece non la facciamo raccontare agli altri? Lavoriamoci con altre persone, creiamo un gruppo misto, facciamo un laboratorio noi due!“.
Qualche mese dopo, Differentools ci ha contattate. “Vi andrebbe di fare una cosa insieme, voi due?

Sabato 9 e domenica 10 aprile, io e Sara Lando vi aspettiamo al West Garda Hotel, a Padenghe sul Garda (BS), per una due giorni di laboratorio folle, inaudito, luminoso, dirompente, strepitoso, corroborante e ineluttabilmente creativo.
E con l’idromassaggio nei dintorni.

Otto scrittori e otto fotografi per andare in TANDEM con le loro storie da raccontare.
Adatto a chi è abituato a lavorare da solo per dare corpo alle proprie storie – attraverso la scrittura o la fotografia – ma che sente i limiti di questo isolamento creativo e desidera sperimentare un uso artistico di linguaggi differenti, anche per cercare stimoli esterni.
A chi ha voglia di vedere le proprie parole, a chi ha voglia di leggere le proprie immagini, di scoprire e unire diversi punti di vista.

Scoprite di più qui.
Io e Sara vi aspettiamo.

Per tutto il mese di novembre, la Casa delle donne di Bologna ha organizzato il Festival La violenza illustrata.
Io vi aspetto domenica 29 novembre alle 18.00 allo Zoo.
E per chi lo desidera, lo stesso giorno, nello stesso luogo, dalle 10 alle 17, terrò il mio laboratorio di scrittura ironica (per iscrizioni info.casadonne@women.it). Leggi il resto →

Con mia immensa gioia, come ogni volta che torno in Emilia Romagna (regione per la quale, si sa, ho un debole di cui non faccio mai mistero), vi ricordo che sarò con Qualcosa di vero a Modena sabato 28 novembre alle 17.00 e a Bologna domenica 29 novembre alle 18.00.
E per chi volesse aggiungere una lab-experience con me, domenica 29, sempre a Bologna, terrò il mio laboratorio di scrittura ironica (dalle 10 alle 17).
A voi gli inviti!
Vi aspetto in moltissimi. Leggi il resto →

Ci sono molte ragioni per cui l’incontro di venerdì a Genova è importante per me.

La prima è che insieme a me ci sarà Tullio Solenghi, una persona e un attore di cui ho grande stima e che, nel mio immaginario, è Leone. Per lo spirito, per l’ironia, per la vis teatrale.

Poi, sono ospite del Teatro Stabile di Genova, nel foyer della Corte, e questo per me non solo è un onore e un gran privilegio, ma il luogo naturale per Qualcosa di vero, forse il libro in cui si respira maggiormente il mio amore per il teatro, non solo per il personaggio di Leone ma per la struttura stessa della storia.

Infine, ma non meno importante, è nella mia città. È un secondo incontro che desideravo Leggi il resto →