• Le fiabe sono spietate, come la vita e come i bambini.

    C'era una svolta

In questi anni di laboratori di scrittura narrativa, soprattutto nel Gruppo di Supporto Scrittori Pigri ma non solo, ci sono alcuni elementi su cui chi desidera scrivere inciampa più spesso e ci sono domande che tornano.
Domande che ricevo in svariate forme: sui forum degli Scrittori Pigri, in privato, a voce, durante altri laboratori.
Sono tutte domande comprensibili, con cui ci si ritrova a fare i conti quando si prova a strutturare una storia, e può essere utile ragionarci insieme per comprendere il meccanismo che c’è dietro la costruzione di un romanzo, trovare la logica all’interno di quella narrazione, capire come fare scelte funzionali e renderle efficaci.

Visto che in questi ultimi mesi abbiamo preso confidenza con gli incontri in diretta online (e che io devo imparare a usare i webinair per essere al passo con i tempi), ho deciso di proporre cinque incontri online gratuiti.
Per la scelta dei temi da affrontare mi sono ispirata al percorso che faccio fare agli Scrittori Pigri nel GSSP Fare un romanzo.

Vi aspetto!

Qui trovate il modulo di adesione per uno, più o tutti gli incontri

 

PROGRAMMA DEGLI INCONTRI

Lunedì 29 giugno 2020 – ore 21.00
IL PROTAGONISTA
Cosa rende efficace un personaggio?

Lunedì 6 luglio 2020 – ore 21.00
L’ESIGENZA DRAMMATICA
Gli ostacoli, i problemi, i conflitti e l’obiettivo del protagonista: senza questi che storia è?

Lunedì 13 luglio 2020 – ore 21.00
I DIALOGHI
A cosa servono i dialoghi, come renderli efficaci e, diciamocelo, anche come non scriverli

Lunedì 20 luglio 2020 – ore 21.00
LA TRAMA
Dall’idea a una storia che funziona, fatta di eventi, di fatti che accadono (eh, già: ogni evento porta una conseguenza e questa sequenza porta avanti la storia)

Giovedì 23 luglio 2020 – ore 21.00
L’EDITING – UNA CHIACCHIERATA CON ALICE BASSO
La scrittura di un romanzo è la prima parte del lavoro, poi c’è una necessaria revisione del testo prima di proporlo a qualcuno.
Ne parlo con Alice Basso, scrittrice, editor e docente del Gruppo di Supporto Scrittori Pigri

La partecipazione agli incontri online è gratuita e aperta a tutti.

Per partecipare è necessario compilare il modulo di adesione e selezionare gli incontri desiderati.

Domande dei partecipanti: è possibile inserire le proprie domande nel modulo di adesione.
Le domande verranno selezionate e affrontate durante l’incontro sull’argomento a cui si riferiscono.
Durante gli incontri sarà comunque possibile porne altre nella chat.

Gli incontri si terranno su Zoom Webinair, per seguirli sono necessari un computer (o altro dispositivo elettronico), una buona connessione a internet e il link dedicato (che verrà inviato tramite email a chi compila il modulo di adesione).

Per collegarsi basta fare click sul link ricevuto nella email di invito.
Il sistema chiederà di installare una piccola applicazione dal nome Zoom Cloud Meeting che consentirà la gestione del collegamento: potete accettare la richiesta di installazione e dopo qualche secondo sarete collegati oppure potete partecipare dal browser.

I partecipanti seguiranno gli incontri a microfoni e telecamere spenti, sarà possibile interagire tramite la chat accessibile a tutti.

La scelta dei temi da affrontare ripercorre in parte il percorso che fanno gli Scrittori Pigri nel GSSP Fare un romanzo.

 

COS’È IL GRUPPO DI SUPPORTO SCRITTORI PIGRI
Il Gruppo di Supporto Scrittori Pigri (GSSP) è un laboratorio online di scrittura narrativa della durata di tre mesi durante il quale i partecipanti lavorano a esercitazioni e romanzi su una piattaforma condivisa e protetta da password (un forum riservato agli iscritti, senza video o microfoni).

È pensato per chi vuole mettersi alla prova con la scrittura narrativa, per chi cerca la propria voce o per chi ha semplicemente bisogno di una scusa per scrivere qualcosa ogni settimana.
Lo si può frequentare da ovunque, bastano un computer e una connessione a internet, a qualsiasi ora, in qualsiasi giorno per tutta la durata del laboratorio. 
Tutto il laboratorio è asincrono, ossia senza appuntamenti online in tempo reale.

Dopo il successo delle prime dieci edizioni, sono due i prossimi laboratori in programma.

Dal 21 settembre al 21 dicembre 2020
GSSP FARE UN ROMANZO
Laboratorio online sulla costruzione di un romanzo, per arrivare dall’idea al primo capitolo, attraverso esercizi di lavoro su personaggi, narratore, linguaggi, struttura e storia. E per imparare a presentarlo a una casa editrice o a un agente letterario.

Clicca qui per maggiori informazioni su questo laboratorio.

Gennaio-aprile 2021
GSSP SCRITTURA E NARRAZIONE
Laboratorio online per scoprire, sperimentare e rafforzare le principali tecniche narrative, per essere più consapevoli della scrittura e acquisire gli strumenti necessari a dare forma alle idee e alle storie.

Clicca qui per maggiori informazioni su questo laboratorio.

La seconda persona che gli Scrittori Pigri del GSSP Scrittura e Narrazione 2020 hanno intervistato è Giulia Ciarapica, blogger culturale e scrittrice (per Rizzoli).

Giulia Ciarapica, classe 1989, laureata in Filologia moderna all’Università degli Studi di Macerata, è blogger culturale e collaboratrice dei quotidiani Il Foglio e Il Messaggero.

Nel 2018 ha pubblicato il saggio “Book blogger. Scrivere di libri in Rete: dove, come, perché” per Cesati Editore.

Nel 2019 ha esordito nella narrativa con “Una volta è abbastanza” (Rizzoli), primo volume di una trilogia.  Leggi il resto →

Uno dei professionisti che gli Scrittori Pigri del GSSP Scrittura e Narrazione 2020 hanno intervistato è Giuseppe D’Antonio, redattore editoriale e formatore.

Giuseppe D’Antonio è nato a Napoli nel 1975. Laureato in Italianistica, inizia a lavorare in ambito editoriale come lettore alla Nottetempo di Roma.

Dopo due anni come redattore a L’ancora del mediterraneo (casa editrice di Napoli), inizia la libera professione collaborando con case editrici e service editoriali in qualità di editor, correttore di bozze e impaginatore.
Formatore nei corsi per redattori editoriali dell’agenzia letteraria Herzog di Roma e nei corsi de Lalineascritta di Napoli, dal 2019 è docente al “SEMA – Master universitario in scrittura e editoria“.
Dal 2011 al 2015 è stato redattore per la rivista online Archivio Caltari.
Dal 2017 fa parte della redazione della rivista online I libri degli altri, di cui cura la newsletter settimanale.
Suo il meraviglioso e prezioso Galateo editoriale che vi consiglio di leggere con grande attenzione. Leggi il resto →

Scusate, scusate, scusate, sto imperdonabilmente trascurando il blog per i social. Non si fa, povero blog.
Allora, come alcuni di voi sanno per C’era una svolta non riesco a girare come per gli altri miei libri, è uscito in un periodo di numerosi impegni lavorativi e ho poca disponibilità a muovermi.
Però ho mantenuto tutte le promesse fatte, perché a Genova, a Milano, a Savona e a Terranuova Bracciolini ci sono stata e sono state delle magnifiche serate, di quelle davvero bellissime e speciali.

Ecco i prossimi appuntamenti del 2019 (se siete vicini e vi fa piacere venire a una presentazione vi consiglio di approfittarne perché difficilmente capiterò proprio nella vostra città). Leggi il resto →

Un romanzo, una volta scritto, lo si cova.
C’è una cova lunga, a volte anche di un anno, durante la quale succedono moltissime cose dentro il guscio che protegge il libro.
E vige un dictat preciso: non si dice niente finché non si può dire qualcosa.
Che sembra facile, ma col cavolo.

Ho iniziato a scrivere Vittoria il 12 marzo 2017, l’ho consegnato alla mia agente a giugno 2017, poi alla mia editor in Feltrinelli il mese dopo, è piaciuto, è stato inserito nella programmazione editoriale, ho firmato il contratto, l’ho riletto, ho fatto un po’ di modifiche com’è normale fare e siamo già arrivati all’autunno inoltrato senza che io potessi dire niente (giusto un post sui social per dire del contratto firmato, poi zitti tutti di nuovo).
È stato definito il titolo (sono felice che sia rimasto quello che avevo dato io), la scheda di presentazione agli addetti ai lavori, il copertinario per i librai, la prima versione della copertina e siamo arrivati a gennaio 2018 sempre nel silenzio della cova. Leggi il resto →

È da un po’ che non aggiorno il blog, ormai i social hanno preso il sopravvento e devo dire che mi dispiace, qui c’è un respiro più ampio e la sensazione di qualcosa che resta. Ma si sa, va così.
È da un po’ che non aggiorno il blog anche perché gli ultimi mesi sono stati impegnativi: il GSSP Fare un romanzo, l’ultima presentazione di Qualcosa di vero, il lavoro al mio nuovo romanzo (mancano pochi mesi, ormai, e lo troverete in libreria) e la gara di racconti per vincere il prossimo laboratorio degli Scrittori Pigri.
Quello di gennaio, sulle tecniche narrative.

Leggi il resto →

Stamattina e domattina succede qualcosa di molto bello e molto divertente in dodici librerie Feltrinelli: alcune classi di istituti superiori si sfidano su due libri.

Contemporaneamente, in dodici città italiane (le so tutte: Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Lecce, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino e Verona) si terrà il primo turno del torneo di lettura nazionale “Fuori-Classe. Sfida per i libri” organizzato da Prima Effe, la squadra di Feltrinelli che si dedica alle scuole (perché dai, sono una squadra anche loro. E fanno cose interessantissime).

A Genova, hanno accettato la sfida il Liceo Classico Colombo e l’Istituto Superiore Montale.
Leggi il resto →

99 incipit, 2000 battute, 73 autrici, 26 autori, 30 giorni di gara, 4755 voti e anche 27 giurati di qualità di cui 6 scrittori, 5 editor, 3 critici e 10 blogger letterari, 3 libraie, 3 preferenze per ogni giurato, 6 vincitori (più 2).

Tutto questo è stata la gara per vincere l’iscrizione gratuita al Gruppo di Supporto Scrittori Pigri.

Ecco i tre finalisti sanciti dai voti della Giuria Popolare, composta da tutti gli amici, i parenti, i conoscenti, ma anche i perfetti sconosciuti che -per caso, per affetto, per stima o per spintone- hanno distribuito i loro Mi piace: Leggi il resto →

Oggi inizia la gara di incipit per vincere due iscrizioni al prossimo laboratorio degli Scrittori Pigri, giunto alla sua quinta edizione.
Tre mesi in un forum online insieme a me, tre mesi intensi a lavorare a testa bassa sul proprio romanzo, ciascuno il suo, con un costante confronto di gruppo, analisi dei testi, definizione della struttura, del protagonista, del conflitto, dei personaggi, della trama fino alla sinossi e al primo capitolo, accompagnati, questi ultimi, dalla professionalità di Alice Basso e di Margherita Trotta.

Ma parliamo della gara: ve la riassumo in poche parole.

Si terrà dal 27 luglio al 27 agosto 2017.
Le iscrizioni in palio per il GSSP Fare un romanzo sono due: quella assegnata dalla giuria popolare che vota gli incipit su Facebook e quella assegnata dalla giuria di qualità che seleziona i migliori tre.
Entro giovedì 31 agosto 2017 verranno annunciati i vincitori.

Per partecipare bisogna

  • Scrivere un incipit di massimo 2000 caratteri (spazi inclusi).
  • Inserirlo all’interno di una mail aggiungendo anche: titolo, nome e cognome dell’autore e la frase Si richiede la pubblicazione per vincere il GSSP”
  • Indicare nell’oggetto della mailUn incipit per il GSSP
  • Inviare la mail a scrittoripigri@gmail.com (non aggiungere allegati)

Tutti i testi in gara verranno pubblicati (entro 24 ore) nell’album fotografico “Incipit in gara” sulla pagina Facebook degli Scrittori Pigri e potranno essere condivisi, divulgati, commentati, votati.

Trovate il regolamento completo qui.
E ci sono pure un sacco di risposte alle domande che immagino vorreste fare.

E ora forza, cominciate a scrivere!
Si vince una gran bella avventura.

(Oh, se la competizione vi agita ma il laboratorio vi stuzzica, vi consiglio di iscrivervi entro il 31 luglio che risparmiate. Se poi partecipate pure alla gara e vincete recuperate i soldini) 

Vinci il GSSP – FARE UN ROMANZO 2017

Insegnanti e studenti: potete adottarmi!

Feltrinelli mi ha inserita nel suo progetto per la scuola, questo significa che insegnanti o studenti di scuole medie e medie superiori possono adottare “Qualcosa di vero” come libro di lettura e gettonarmi come si faceva coi juke box: cliccate su “Richiedici l’autore”, scrivete a Feltrinelli qualcosa del tipo “Mandateci Barbara! Vogliamo lei! La adottiamo!” e il prossimo anno scolastico io potrei comparire nelle vostre scuole e incontrare i ragazzi per chiacchierare del romanzo e in generale di scrittura.
C’è anche una bella scheda con domande e suggerimenti di riflessione su cui lavorare.

Librai che mi volete ma con cui non siamo riusciti a organizzarci: se conoscete insegnanti e studenti della vostra zona che mi vogliono adottare, potrebbe essere anche l’occasione per venire nella vostra libreria, oltre che nella scuola.

A me ‘sta cosa sembra bellissima, ci fossero stati progetti del genere ai miei tempi avrei stressato tutti gli insegnanti per adottare un sacco di autori che amavo. Quelli ancora vivi.

Se siete interessati scrivete a scuola@feltrinelli.it

Leggi il resto →