VLUU L110  / Samsung L110Quando sei lì con il cuore ridotto una frattaglia masticata, e lui ti abbraccia affettuosamente e ti dice Restiamo amici, perché lui a te ci tiene, ti vuole bene, ti augura tanta felicità, tu: preferiresti vederlo prendere fuoco come un vampiro al sole, vederlo schiacciato sotto un autoarticolato piovuto dal cielo o ti basterebbe sapere che è stato investito due ore dopo da una mandria di bufali disorientati, che nella tua città al massimo la strada l’attraversano dei gatti?

Oppure ricambi l’abbraccio, gli rispondi Ma certo! e poi passi mesi a straziarti in silenzio mentre lo ascolti chiacchiericciare del fottutissimo più e del più blando meno, mentre gli mangi la pizza davanti con gli occhi liquidi in attesa di sentirgli dire Torniamo insieme al posto di Ancora nessuno? Io ho conosciuto una tipa interessante o mentre passi ore a sottoporre alle amiche i suoi sms in sedute infinite di analisi del testo, dove anche in una virgola potrebbe nascondersi un Mi manchi e non vorresti ti sfuggisse?

E tu, quando lei ti lascia e ti sorride con quel sorriso senza il quale sei convinto di non poter vivere e ti rassicura sul proprio affetto per te, quando non anche una grande stima, e con serenità ti garantisce di voler restare tua amica, tu: la ringrazi, le auguri mentalmente di svegliarsi al mattino dopo priva di qualunque orifizio genitale e piatta come la barbie o speri che almeno abbia la compiacenza di farsi suora di clausura?

E voi, restate amici delle persone con cui è naufragata una storia d’ammmore o preferite che vivano, felici o meno, su un altro pianeta?

Io e Marina Minetti ce lo siamo chieste e ce lo chiederemo A cuore crudo, in diretta su Radio 19, martedì dalle 10 alle 11. E lo chiederemo anche a ospiti d’eccezione come Laura Gramuglia, che ci porterà tra gli amori finiti a tempo di rock, e Guido Catalano, il poeta iperdotato di senso dell’umorismo.

Non siate timidi: scriveteci in real time via sms (335 1981919) o via mail (diretta@radio19.it), che noi vi leggiamo.