Ogni anno penso a qualche alternativa finché le persone non iniziano a scrivermi per chiedermi quando inizia la gara per vincere il GSSP e allora, ok, si parte.
Così, anche quest’estate, dal 29 luglio al 25 agosto si sono sfidati gli incipit arrivati per conquistare la Giuria popolare e la Giuria di qualità.

Sono stati 28 giorni di gara vivacissima, con 125 incipit di 81 autrici e 44 autori e una grande partecipazione da parte di tutti.
Sono fioccati 7564 “like” da parte della Giuria popolare – ossia tutti quelli che, sulla pagina Facebook degli Scrittori Pigri, hanno letto e votato i loro testi preferiti, e sono arrivati i voti professionali di 29 giurati (7 scrittori, 4 editor, 1 editore, 11 critici e blogger letterari, 3 libraie, 3 Scrittori Pigri Doc).

I vincitori per la Giuria di qualità 
sono stati:
1° classificata: Maria Chirivì con “Passaggio interno all’ombra”
2° classificata: Nazzarena Carrau con “Una lettera dopo l’altra”
3° classificato: Ettore Zanca con “Il morbo di Sebastiano”

I vincitori per la Giuria popolare sono stati:
1° classificato: Andrea Rota con “Aquile rombanti” (869 voti)
2° classificata: Valentina Merli con E tutte queste mutande come ti stanno bene” (690 voti)
3° classificata: Paolo Mastrocinque con “Delitto alla Torre Bianca” (609 voti)

Ho scritto personalmente a tutti per ringraziali e, a chi è arrivato in finale e semifinale, per fargli i complimenti.
Mettersi in gioco non è mai facile, in questo sono stati bravi tutti.

Confesso di aver avuto anche il mio momento di orgoglio: sono stati molto gli Scrittori Pigri degli scorsi GSSP a partecipare, ormai è quasi una tradizione, come incoraggiarsi a vicenda, votarsi a vicenda, fare il tifo reciproco e aiutarsi anche a sistemare i testi prima di inviarli. In pieno spirito GSSP.
Già questo basterebbe per essere fiera di loro, ma vederne arrivare così tanti in semifinale, poi nella decina dei finalisti e poi sul podio (votati da giurati che non avevano neanche i nomi degli autori, figurarsi i nickname Pigri), be’, mi fa sentire di essere davvero riuscita a farli lavorare bene.
Loro lo chiamano il Trattamento Fiorio, io credo solo di averli aiutati a rafforzarsi nella tecnica e ad aver acquisito maggior consapevolezza nella loro scrittura.
E alcuni, molti, di loro li ho proprio visti sbocciare e crescere nei loro testi.

Adesso si parte con il laboratorio.
Due persone lo hanno vinto, gli altri si stanno iscrivendo e ci sono ancora dei posti.

Il 16 settembre comincia il GSSP Fare un romanzo, il laboratorio online sulla costruzione di un romanzo, per arrivare dall’idea al primo capitolo attraverso esercizi di lavoro su personaggi, narratore, linguaggi, struttura e storia. E per imparare a presentarlo a una casa editrice o a un agente letterario.

L’obiettivo del laboratorio è quello di aiutare ogni partecipante a creare la struttura principale della storia che vuole raccontare e accompagnarlo nell’inizio della stesura, fornendogli i riferimenti necessari per proseguire autonomamente.

È un percorso utile sia per chi parte da zero nella stesura di un romanzo, sia per chi ha già cominciato a scriverlo, ma sente che qualcosa non funziona e vuole metterci mano partendo dagli elementi principali.

Sarà uno spazio di lavoro nel quale gli iscritti potranno costruire il proprio romanzo settimana dopo settimana e confrontarsi con professionisti e con i loro compagni d’avventura. Perché una storia o una buona idea non bastano.

Quella di settembre 2019 sarà la nona edizione del GSSP.

Inizierà lunedì 16 settembre 2019, sarà tenuto da me e a supportarmi ci sarà anche Alice Basso, scrittrice per Garzanti e redattrice, traduttrice, valutatrice di inediti, che sarà a disposizione degli iscritti per un periodo di tempo limitato, per commentare i testi presentati, rispondere alle domande, fornire spunti di riflessione, accorgimenti editoriali e suggerimenti.

Ogni iscritto avrà una password, il proprio nickname e potrà partecipare ovunque sia, in qualunque momento, purché abbia un computer e una buona connessione a internet.

Niente orari e giornate fisse, solo le scadenze di consegna settimanali.

Tutti i testi verranno discussi collettivamente all’interno di un forum privato, protetto da password, con il mio feedback continuo sul vostro lavoro.

Qui trovate tutte le informazioni sul laboratorio e, se desiderate partecipare, qui trovate il modulo di iscrizione.

Se non avete l’idea di un romanzo ma vi piacerebbe lavorare sulla scrittura, sappiate che a gennaio terrò il
GSSP Scrittura e Narrazione
Il laboratorio online per scoprire, sperimentare e rafforzare le principali tecniche narrative, per essere più consapevoli della scrittura e acquisire gli strumenti necessari a dare forma alle idee e alle storie.

Vi aspetto sul GSSP!