Va bene, va bene, va bene, la facciamo anche stavolta, la gara di racconti!
Ci tenete proprio, la chiedete in tanti, vi divertite: facciamola.

Questa volta, però, alzo l’asticella e vi chiedo di scrivere di nuovo un racconto sulla pigrizia – dove la mostrate, ‘sta benedetta pigrizia – ma senza poterla nominare (mostrare e non spiegare, avete presente?).

Quindi, in duemila battute spazi inclusi, scrivete un racconto sulla pigrizia (un racconto, miei cari, non un trattato, una spiegazione, un pensiero o altro di terribilmente poco narrativo. E nemmeno un incipit, no: dovete scrivere un racconto) senza usare la parola pigrizia né derivati di pigro. Neanche nel titolo.

Se ve la sentite, ecco il regolamento.

SCRIVI UN RACCONTO PIGRO E VINCI IL GSSP SCRITTURA E NARRAZIONE
Dai il meglio di te in 2000 caratteri sulla pigrizia!

Scrivi un racconto sul tema della pigrizia (la parola “pigrizia” o altri derivati di “pigro” non possono comparire nel testo né nel titolo) in max 2000 caratteri (spazi inclusi) e vinci la tua iscrizione gratuita al Gruppo di Supporto Scrittori Pigri dedicato alle tecniche narrative.

Il GSSP SCRITTURA E NARRAZIONE è un laboratorio online di scrittura narrativa, della durata di tre mesi, che inizierà il 18 gennaio 2021, direttamente sul tuo computer.

Verranno messe in palio due iscrizioni gratuite.

Una sarà assegnata dal giudizio popolare, ossia dal numero di Mi piace che ogni testo avrà ottenuto direttamente sull’album “Racconti in gara” sulla pagina FB degli Scrittori Pigri: vincerà quello che avrà il maggior consenso del pubblico.

Una sarà assegnata da una giuria professionale, formata da scrittori, editor, giornalisti, blogger letterari ed esperti di comunicazione, che sceglierà, a suo insindacabile giudizio, il testo a suo parere più interessante dal punto di vista narrativo.

Puoi seguire tutta l’iniziativa sulla pagina Facebook Scrittori Pigri, aperta al pubblico, quindi visibile anche se non si è iscritti, e puoi condividere e divulgare in tutti i modi che preferisci: su FB, su Twitter, su Instagram, via mail, etc.

Ricorda di farti votare direttamente sull’immagine del tuo testo pubblicato sull’album “Racconti in gara”. Se i tuoi amici mettono i loro Mi piace altrove, non valgono come voti.
Attenzione: non saranno ritenuti validi i voti creati da account falsi o ottenuti tramite scambi o acquisti di bot e/o pacchetti di Like. L’uso abusivo dei Like va contro il regolamento e i termini d’uso di Facebook.
Qualora dovesse verificarsi questa eventualità, sarà considerata nulla la partecipazione alla gara.

La gara durerà dal 22 novembre al 13 dicembre 2020.

L’ultimo giorno utile per inviare il proprio racconto sarà venerdì 11 dicembre (ma sconsigliamo di aspettare l’ultimo giorno: non resterebbe il tempo di promuovere il testo e farlo votare dal pubblico).

Domenica 13 dicembre sarà l’ultimo giorno per votare (e non verranno più pubblicati racconti nuovi).

Entro giovedì 17 dicembre verranno annunciati i vincitori.

Ai secondi e terzi classificati di entrambe le categorie (popolari e di qualità) vengono riservati i posti anche in caso di tutto esaurito (a cui ci stiamo avvicinando) e verrà data la possibilità di iscriversi – entro dicembre 2020 – usufruendo della tariffa scontata (che per gli altri scade a fine novembre).

Per partecipare devi

  • Scrivere un racconto di massimo 2000 caratteri (spazi inclusi) sulla PIGRIZIA (la parola e altri derivati di “pigro” non devono comparire nel testo né nel titolo)
  • Inserirlo all’interno di una mail aggiungendo anche: titolo, nome e cognome dell’autore e la frase “Si richiede la pubblicazione per vincere il GSSP”
  • Indicare nell’oggetto della mail: Un racconto per il GSSP
  • Inviare la mail a scrittoripigri@gmail.com (non aggiungere allegati)

Ogni testo in gara sarà pubblicato (entro 24 ore) sull’album “Racconti in gara” sulla pagina Facebook Scrittori Pigri e potrà essere condiviso, divulgato, commentato, votato.

Trovi tutti i dettagli del regolamento sul sito degli Scrittori Pigri.