• L’inganno ti piove addosso come una grandine improvvisa e ti scalfisce i pensieri e gli occhi, ti mitraglia con violenza fino a buttarti a terra e lì ti lascia, quando non ha più nulla da prendere e più nulla da temere.

    Buona Fortuna

Va bene, va bene, va bene, la facciamo anche stavolta, la gara di racconti!
Ci tenete proprio, la chiedete in tanti, vi divertite: facciamola.

Questa volta, però, alzo l’asticella e vi chiedo di scrivere di nuovo un racconto sulla pigrizia – dove la mostrate, ‘sta benedetta pigrizia – ma senza poterla nominare (mostrare e non spiegare, avete presente?).

Quindi, in duemila battute spazi inclusi, scrivete un racconto sulla pigrizia (un racconto, miei cari, non un trattato, una spiegazione, un pensiero o altro di terribilmente poco narrativo. E nemmeno un incipit, no: dovete scrivere un racconto) senza usare la parola pigrizia né derivati di pigro. Neanche nel titolo.

Se ve la sentite, ecco il regolamento.

SCRIVI UN RACCONTO PIGRO E VINCI IL GSSP SCRITTURA E NARRAZIONE
Dai il meglio di te in 2000 caratteri sulla pigrizia!

Scrivi un racconto sul tema della pigrizia (la parola “pigrizia” o altri derivati di “pigro” non possono comparire nel testo né nel titolo) in max 2000 caratteri (spazi inclusi) e vinci la tua iscrizione gratuita al Gruppo di Supporto Scrittori Pigri dedicato alle tecniche narrative.

Il GSSP SCRITTURA E NARRAZIONE è un laboratorio online di scrittura narrativa, della durata di tre mesi, che inizierà il 18 gennaio 2021, direttamente sul tuo computer.

Verranno messe in palio due iscrizioni gratuite.

Una sarà assegnata dal giudizio popolare, ossia dal numero di Mi piace che ogni testo avrà ottenuto direttamente sull’album “Racconti in gara” sulla pagina FB degli Scrittori Pigri: vincerà quello che avrà il maggior consenso del pubblico.

Una sarà assegnata da una giuria professionale, formata da scrittori, editor, giornalisti, blogger letterari ed esperti di comunicazione, che sceglierà, a suo insindacabile giudizio, il testo a suo parere più interessante dal punto di vista narrativo.

Puoi seguire tutta l’iniziativa sulla pagina Facebook Scrittori Pigri, aperta al pubblico, quindi visibile anche se non si è iscritti, e puoi condividere e divulgare in tutti i modi che preferisci: su FB, su Twitter, su Instagram, via mail, etc.

Ricorda di farti votare direttamente sull’immagine del tuo testo pubblicato sull’album “Racconti in gara”. Se i tuoi amici mettono i loro Mi piace altrove, non valgono come voti.
Attenzione: non saranno ritenuti validi i voti creati da account falsi o ottenuti tramite scambi o acquisti di bot e/o pacchetti di Like. L’uso abusivo dei Like va contro il regolamento e i termini d’uso di Facebook.
Qualora dovesse verificarsi questa eventualità, sarà considerata nulla la partecipazione alla gara.

La gara durerà dal 22 novembre al 13 dicembre 2020.

L’ultimo giorno utile per inviare il proprio racconto sarà venerdì 11 dicembre (ma sconsigliamo di aspettare l’ultimo giorno: non resterebbe il tempo di promuovere il testo e farlo votare dal pubblico).

Domenica 13 dicembre sarà l’ultimo giorno per votare (e non verranno più pubblicati racconti nuovi).

Entro giovedì 17 dicembre verranno annunciati i vincitori.

Ai secondi e terzi classificati di entrambe le categorie (popolari e di qualità) vengono riservati i posti anche in caso di tutto esaurito (a cui ci stiamo avvicinando) e verrà data la possibilità di iscriversi – entro dicembre 2020 – usufruendo della tariffa scontata (che per gli altri scade a fine novembre).

Per partecipare devi

  • Scrivere un racconto di massimo 2000 caratteri (spazi inclusi) sulla PIGRIZIA (la parola e altri derivati di “pigro” non devono comparire nel testo né nel titolo)
  • Inserirlo all’interno di una mail aggiungendo anche: titolo, nome e cognome dell’autore e la frase “Si richiede la pubblicazione per vincere il GSSP”
  • Indicare nell’oggetto della mail: Un racconto per il GSSP
  • Inviare la mail a scrittoripigri@gmail.com (non aggiungere allegati)

Ogni testo in gara sarà pubblicato (entro 24 ore) sull’album “Racconti in gara” sulla pagina Facebook Scrittori Pigri e potrà essere condiviso, divulgato, commentato, votato.

Trovi tutti i dettagli del regolamento sul sito degli Scrittori Pigri.

Date le numerose richieste e la grande partecipazione di quest’estate, ho deciso di tenere altre due lezioni – sempre online, sempre gratuite, sempre aperte a tutti – questa volta sulle tecniche narrative.
Saranno lunedì 9 e lunedì 16 novembre, alle 21.00.

Gli incontri saranno in diretta sul gruppo chiuso Facebook GASP – Gruppo Amici degli Scrittori Pigri, dove resteranno a disposizione per 24 ore, e su Zoom Webinar per i primi cento iscritti che non hanno Facebook.

Si può partecipare a uno o a entrambi gli incontri.

I partecipanti avranno telecamere e microfoni spenti, sarà possibile interagire tramite le chat (su entrambe le piattaforme).

 

Leggi il resto →

La Fondazione Pangea Onlus, da anni impegnata anche in Italia a sostegno delle donne vittime di violenza, ha avviato il progetto Piccoli Ospiti: un programma di accoglienza e recupero del rapporto genitoriale tra le donne e i figli che sono stati testimoni degli abusi perpetrati contro le loro madri (un’esperienza traumatica, di quelle che lasciano segni profondi anche nei bambini).

Pangea vi chiede di sostenere questo progetto in cambio di qualcosa che potrebbe piacervi.
Qualcosa per voi, se amate scrivere: scrittixbene.

Tre lezioni online di scrittura, tre mercoledì di novembre, alle 21.00, in diretta online.

ATTENZIONE: i posti sono esauriti ma se andate sul sito di Scrittixbene potete iscrivervi alla newsletter per essere avvisati quando ci saranno altre iniziative simili.
I soldi raccolti con queste prime tre lezioni hanno permesso a Pangea di avviare corsi di lettura per mamme e bambini.
Il corso permette, attraverso lo strumento della lettura, di ricucire il rapporto mamma-bambino che gli episodi di violenza hanno interrotto.
Inoltre, il corso è tenuto da operatori uomini e questo consente di introdurre figure maschili positive nella vita di mamme e bambini (cosa di cui hanno un gran bisogno!).
Questi corsi, pur nella loro semplicità, cambiano davvero la vita delle mamme che hanno subito violenza domestica e dei bambini che hanno assistito.
Quindi grazie a tutti quelli che hanno partecipato o parteciperanno ad altre lezioni online di scrittixbene (o che sosterranno in altri modi la Fondazione Pangea).

Leggi il resto →

Nei prossimi giorni sarò in giro e ci si può incontrare, qui o là (e con le dovute precauzioni perché noi siamo personcine attente e scrupolose).

Martedì 13 ottobre, alle 20.30, sarò a CASSOLA (VI)

all’Auditorium Vivaldi di San Giuseppe

per aprire TESSERE L’UMANO, la nuova rassegna culturale del Comune di Cassola e della Parrocchia di San Giuseppe e San Zeno.
Parlerò di Città: nome di luogo o narrazione di esperienze?
L’ingresso è libero ma non faranno entrare più di 200 persone per garantire le norme anti-Covid, quindi venite un po’ prima.

Per chi non riesce a esserci, gli incontri saranno anche trasmessi in diretta streaming sul canale You Tube

Quello con me sarò il primo di sette incontri di approfondimento per interrogarsi sul senso “antropologico” dei luoghi, per capire come nascono e si trasformano gli spazi della convivenza e per creare nei cittadini una nuova consapevolezza del territorio che abitano.

Gli altri sei appuntamenti saranno: il 20 ottobre con Carlo Presotto, attore e drammaturgo, che proseguirà con “Narrare per abitare: rimpiangere il passato o dare forma al futuro?”; il 27 ottobre con l’antropologa Vincenza Pellegrino, che parlerà di giovani, futuro e comunità; il 3 novembre con l’urbanista Francesca Leder che proporrà un focus sull’urbanizzazione e la nuova sensibilità ambientale; il 10 novembre con la teologa Simona Segoloni Ruta che si concentrerà sulla presenza delle chiese nelle città; il 17 novembre si discuterà di polis e politica con lo scrittore e politico Gianfranco Bettin e infine il 24 novembre si chiuderà con il sociologo Salvatore La Mendola e i “non luoghi” delle città.

Tutti alle 20.30, tutti all’Auditorium Vivaldi di San Giuseppe, tutti a ingresso libero ma posti limitati, tutti trasmessi anche in streaming.

Leggi il resto →

Questa estate non ci bastava lo spazio per accogliere tutti gli iscritti alle lezioni online gratuite di scrittura che ho proposto: 800 iscritti rischiavano di far esplodere Zoom.
Così ho creato un gruppo chiuso su Facebook dove tutti loro potevano seguire gli incontri in diretta streaming.Quel gruppo è rimasto attivo e l’ho chiamato GASP – Gruppo Amici degli Scrittori Pigri.
È per chi è incuriosito da quello che succede nei laboratori degli Scrittori Pigri, per chi è interessato a quello che posso proporre io ogni tanto sulla scrittura e per gli Scrittori Pigri.

Ieri sera ho tenuto lì, riservato al GASP, un incontro online con Riccardo Gazzaniga durante il quale abbiamo parlato sia del suo ultimo libro, “Come fiori che rompono l’asfalto” (Rizzoli), sia di scrittura.
È stato un bell’incontro, tenuto vivo anche dalle domande in diretta che loro ponevano e visto dopo da chi non era riuscito a essere presente alla diretta.
Sul GASP racconto anche, di settimana in settimana, quello che facciamo sul GSSP Fare un romanzo e ho già promesso qualche altra lezione gratuita online, oltre al video delle tre interviste online che faranno gli Scrittori Pigri a Chiara Beretta Mazzotta, a Sara Rattaro e a Sarah Savioli.

Può accedere

  • chi aveva compilato il modulo delle lezioni gratuite online di giugno-luglio 2020
  • chi compilerà – se trovo un’altra assistente magica come Alessia che mi aiuterà a crearlo – il modulo per seguire le prossime lezioni gratuite online (prevedo di farle a novembre)
  • chi manda una mail a scrittoripigri@gmail.com chiedendo di essere inserito nell’indirizzario per ricevere info sulle nostre iniziative
  • chi ha frequentato o sta frequentando un GSSP
  • chi ha partecipato alle gare di racconti o di incipit per vincere il GSSP

    Vi aspetto sul GASP, Pigri e amici dei Pigri!

PS
È bene presentarsi con buone intenzioni e cioccolato fondente.

[E non è il GSSP]

PPS
E la copertina fatta dalla nostra Yeeshaval, Super Scrittrice Pigra, non è bellissima?

Oggi è iniziato il GSSP Fare un romanzo.

Undicesima edizione del laboratorio online di scrittura degli

Scrittori Pigri con me e l’imprescindibile Alice Basso nell’ultima parte del percorso.

Sono 44 Scrittrici Pigre e 6 Scrittori Pigri.
Vivono in 15 regioni italiane – in ordine di rappresentanza: Lombardia, Piemonte, Liguria, Lazio, Sicilia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Trentino, Calabria, Puglia, Friuli Venezia Giulia, Sardegna, Campania, Umbria – e in tre stati esteri – Svizzera, Inghilterra, Olanda.

19 sono gli Scrittori Pigri veterani e, di questi, 6 hanno già fatto il FuR (Fare un romanzo).
L’età media è di 42 anni e mezzo (e va dai 19 ai 69 anni) e sono tutti pronti a lavorare per tre mesi al proprio romanzo.

3 saranno i mesi in cui staremo insieme.
8 saranno le esercitazioni settimanali che faranno.
4 le analisi dei testi (bisettimanali).
3 le interviste a professionisti dell’editoria: a Chiara Beretta Mazzotta, a Sara Rattaro e a Sarah Savioli.
1 sarà il capitolo del vostro romanzo che scriveranno: il primo
2 saranno le docenti che avranno: me, Barbara Fiorio (scrittrice Feltrinelli, Mondadori, Einaudi) e Alice Basso (scrittrice Garzanti, editor e valutatrice per altri editori).

Domani mi presenteranno i loro protagonisti.
Buon GSSP, Scrittori Pigri!
PS
Se vi rammaricate di non essere riusciti a iscrivervi, potete recuperare con il GSSP Scrittura e Narrazione, il laboratorio online sulle tecniche narrative che inizierà il 18 gennaio 2021.
Le iscrizioni stanno già arrivando, qui trovate il modulo, e fino al 30 novembre c’è la tariffa scontata.

Gruppo di Supporto Scrittori Pigri

Laboratori online di scrittura narrativa

Io, quest’anno, avevo pensato “Quasi quasi, se non me lo chiedono, non la faccio, la gara di incipit per vincere il GSSP”.
Me l’hanno chiesto. In tantissimi.
Così, ho pensato, “Va bene, ma gliela rendo difficile. Prendo la prima frase di Delitto e castigo e li costringo a iniziare con quella il loro incipit. Voglio proprio vedere se me ne mandano di nuovo 125 come l’estate scorsa”.
Me ne hanno mandati 261.

Insomma, l’abbiamo fatta, la gara: dal 1° al 23 agosto.

Si è chiusa con 261 incipit in 21 giorni e 13937 voti dei lettori la gara per vincere l’iscrizione all’undicesima edizione del Gruppo di Supporto Scrittori Pigri, il laboratorio online di scrittura sulla costruzione del romanzo che inizierà il 21 settembre 2020 e durerà tre mesi.

I VINCITORI PER LA GIURIA DI QUALITÀ – ventuno giurati: 7 scrittrici, 1 scrittore, 2 editor, 1 editore, 1 comunicatrice editoriale, 4 librai, 3 blogger letterari, 2 Scrittori Pigri – SONO: Leggi il resto →

In questi anni di laboratori di scrittura narrativa, soprattutto nel Gruppo di Supporto Scrittori Pigri ma non solo, ci sono alcuni elementi su cui chi desidera scrivere inciampa più spesso e ci sono domande che tornano.
Domande che ricevo in svariate forme: sui forum degli Scrittori Pigri, in privato, a voce, durante altri laboratori.
Sono tutte domande comprensibili, con cui ci si ritrova a fare i conti quando si prova a strutturare una storia, e può essere utile ragionarci insieme per comprendere il meccanismo che c’è dietro la costruzione di un romanzo, trovare la logica all’interno di quella narrazione, capire come fare scelte funzionali e renderle efficaci.

Visto che in questi ultimi mesi abbiamo preso confidenza con gli incontri in diretta online (e che io devo imparare a usare i webinair per essere al passo con i tempi), ho deciso di proporre cinque incontri online gratuiti.
Per la scelta dei temi da affrontare mi sono ispirata al percorso che faccio fare agli Scrittori Pigri nel GSSP Fare un romanzo.

Vi aspetto! Leggi il resto →

È stata davvero speciale, questa decima edizione del Gruppo di Supporto Scrittori Pigri.
Non solo perché dieci GSSP fanno un certo effetto e 50 iscritti fanno un gran bel gruppo, ma perché è scoppiata la pandemia del secolo mentre noi eravamo nel forum e da lì abbiamo continuato a scrivere, lavorare, ridere, scherzare, stare insieme, distrarci, confidarci, consolarci e ancora scrivere, e scrivere, e scrivere.
Quando è nato il GSSP non pensavo certo fosse il bunker ideale per stare bene insieme durante una quarantena, ma lo è stato.

Il GSSP Scrittura e Narrazione 2020 (per noi affettuosamente detto il S&N20) è stato: 3 mesi di laboratorio; 12 esercitazioni settimanali; 7 stanze di forum; oltre 11.600 commenti; 1 scrittrice e blogger letteraria, 1 scrittore per ragazzi e 1 redattore editoriale intervistati; 49 il massimo punteggio raggiungibile (che nessuno ha raggiunto); 50 Scrittori Pigri iscritti; 47 hanno fatto l’esercitazione più consegnata (la sesta); 33 hanno fatto l’esercitazione meno consegnata (l’ultima); 22 hanno fatto tutte le esercitazioni; 11 discussioni aperte nel corridoio della ricreazione e oltre 1700 commenti lasciati tra una e l’altra (in particolare: 301 Cose belle, 216 Cose brutte e 725 cazzeggi nei bagni in fondo al corridoio).

Per questa decima edizione del Gruppo di Supporto Scrittori Pigri il gruppo era formato da 34 donne e 16 uomini, 41 anni la loro l’età media (spaziando dal giovanissimo al brizzolato), 2 le docenti che hanno avuto: me e Alice Basso. Leggi il resto →

La terza persona che gli Scrittori Pigri del GSSP Scrittura e Narrazione 2020 hanno intervistato è Tim Bruno, scrittore per ragazzi (Rizzoli, Salani) e per bambini (Nord-Sud).

Nato a Genova nel 1966, Tim Bruno è uno degli autori di libri per ragazzi più amati e affermati. Scrittore e naturalista, ha dedicato buona parte della sua vita all’osservazione degli animali e del loro comportamento, professionalmente è un ricercatore scientifico, un biologo, per la precisione. E Tim Bruno è un nome d’arte.

Si è affermato nel mondo della letteratura giovanile con Ossidea, la saga fantasy che ha per protagonista il giovane David Dream e di cui Neos rappresenta il seguito. Con questa nuova trilogia, l’autore conduce i suoi lettori in un mondo abitato da creature meta-umane e da cyborg, dominato da una stirpe androide ribelle. Un futuro distopico ma anche ironico, multicolore e un po’ sgangherato, che ricorda per molti aspetti il nostro presente.
Con l’editore Nord-Sud si è rivolto ai lettori più piccoli con la storia di un coniglio che scappa da una conigliera (Codarotta), quella di due api super-sorelle (Alla ricerca di Bi), Il ritorno del gatto Codabianca e Sathi e la tigre.

A maggio uscirà per Rizzoli il suo nuovo romanzo: Factory.
È la storia di Scorza, un vecchio ratto solitario che ha trovato il modo di entrare in una “factory farm”, un allevamento industriale, grigio e fumoso, per rubare il foraggio destinato agli animali. Ma un giorno il ratto cade sul nastro trasportatore che distribuisce il mangime e si ritrova muso a muso con A550, un vitello chiazzato da una macchia bianca proprio al centro della fronte (simbolo della curiosità). Questo incontro segna l’inizio di un’amicizia e di un percorso di redenzione che porterà il vecchio ratto a diventare artefice di una rivoluzione. Leggi il resto →