Ieri è finito il sedicesimo laboratorio degli Scrittori Pigri.
Io e 50 persone siamo stati 3 mesi in un forum per lavorare sulle loro idee di romanzo, tutti insieme per parlarne e confrontarci, seguendo un percorso di 8 esercitazioni, 4 analisi di testi e 1 primo capitolo che io e Alice Basso abbiamo editato e riconsegnato.
E abbiamo anche intervistato Lodovica Cima e Veronica Galletta (che ringrazio ancora per le interessantissime lezioni di scrittura che ci hanno regalato).

Anche questa volta è stata una bella avventura e anche questa volta si è creato un bel gruppo.
Persone dai 25 ai 62 anni che vivono in tredici regioni italiane (e una in Irlanda) si sono ritrovate unite in un’esperienza condivisa e si sono messe in discussione fin dal primo giorno, ascoltando indicazioni e suggerimenti, lasciando che venissero smontati testi e idee, aiutandosi, leggendosi e divertendosi pure.

Ora siamo tutti stremati ma li vedo già pieni di nostalgia.
Pigrotti, adesso prendete respiro, riposate il necessario, ma non lasciate troppo a lungo il lavoro fatto in questi mesi: avete tutto ciò che vi serve per scrivere il vostro romanzo. Anche se non avrete me che ogni settimana vi alito sul collo, potete farcela.

Grazie per la fiducia che mi avete dato.
Grazie per le parole che mi avete lasciato sul forum.
Grazie per aver arricchito ulteriormente la spontanea e meravigliosa comunità degli Scrittori Pigri.

Io, ora, stacco per un po’.
Voi fate di tutto per stare bene.

Con i prossimi Scrittori Pigri ci vediamo a gennaio.

[la foto, va da sé, è di Sara Lando]