• Verso i quarant’anni, quando l’amore diventa un bene di lusso.

    Buona Fortuna
Ieri è finito il sedicesimo laboratorio degli Scrittori Pigri.
Io e 50 persone siamo stati 3 mesi in un forum per lavorare sulle loro idee di romanzo, tutti insieme per parlarne e confrontarci, seguendo un percorso di 8 esercitazioni, 4 analisi di testi e 1 primo capitolo che io e Alice Basso abbiamo editato e riconsegnato.
E abbiamo anche intervistato Lodovica Cima e Veronica Galletta (che ringrazio ancora per le interessantissime lezioni di scrittura che ci hanno regalato).

Anche questa volta è stata una bella avventura e anche questa volta si è creato un bel gruppo.
Persone dai 25 ai 62 anni che vivono in tredici regioni italiane (e una in Irlanda) si sono ritrovate unite in un’esperienza condivisa e si sono messe in discussione fin dal primo giorno, ascoltando indicazioni e suggerimenti, lasciando che venissero smontati testi e idee, aiutandosi, leggendosi e divertendosi pure.

Ora siamo tutti stremati ma li vedo già pieni di nostalgia.
Pigrotti, adesso prendete respiro, riposate il necessario, ma non lasciate troppo a lungo il lavoro fatto in questi mesi: avete tutto ciò che vi serve per scrivere il vostro romanzo. Anche se non avrete me che ogni settimana vi alito sul collo, potete farcela.

Grazie per la fiducia che mi avete dato.
Grazie per le parole che mi avete lasciato sul forum.
Grazie per aver arricchito ulteriormente la spontanea e meravigliosa comunità degli Scrittori Pigri.

Io, ora, stacco per un po’.
Voi fate di tutto per stare bene.

Con i prossimi Scrittori Pigri ci vediamo a gennaio.

[la foto, va da sé, è di Sara Lando]

È il 18 settembre: oggi comincia ufficialmente il GSSP Fare un romanzo e 50 Scrittori Pigri (per la precisione 40 Pigre e 10 Pigri) lavoreranno sulla costruzione del proprio romanzo.
Come da tradizione, più che pigri sono sparsi: 49 vivono in Italia – in Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto – e 1 in Irlanda.
Hanno dai 25 e i 62 anni con un’età media di 43 anni, 22 di loro hanno già fatto almeno un GSSP e 4 di questi hanno già fatto il FuR (Fare un romanzo), 3 saranno i mesi che passeremo insieme sul nostro forum, 8 le esercitazioni settimanali che faranno, le analisi dei testi (bisettimanali), 1 sarà il capitolo del loro romanzo che scriveranno: il primo, 2 saranno le docenti che avranno: me e Alice Basso.

Cosa li aspetta
Leggi il resto →

Il primo laboratorio a casa dell’ArchiFiorio è stato vissuto (non voglio dire che sia finito, per chi c’era è stato un inizio).
Abbiamo passato il fine settimana insieme a parlare di spunti, di idee e di storie, a mangiucchiare canestrelli di Biella (che nulla hanno a che vedere con quelli di Torriglia o con quelli di Taggia, ma questa è stata solo una delle centordici digressioni) e a scrivere (loro, io ‘nsiamai).
Tempo dieci minuti in casa e si muovevano con agio, chi riempiva la brocca d’acqua, chi si riposava sulla chaise longue, chi saliva a scrivere in soppalco, chi preparava il caffè.
È la magia di quella casa che si ripete ogni volta: si arriva qui e si sale su un vascello incantato.

Nove persone, nove idee, nove storie diverse. Devo dire tutte bellissime, di quelle che mi fanno dire “questo libro lo voglio leggere”.
Venerdì sera non esistevano, oggi c’erano e avevano una forma.
E questa invece è la magia dei Pigri che si ripete ogni volta: ci si ritrova insieme ed è naturale confrontarsi, aiutarsi, spronarsi.

Ieri sera, al tramonto, ho ricoperto i tavoli, ritirato le sedie, rimesso tazze e bicchieri a posto pensando a quanto fosse stato bello averli qui.
È stato bello vederli girare per casa, trovare il proprio angolo per scrivere, prepararsi la tisana e nei momenti di dubbio lanciare domande ad alta voce a chi aveva voglia di raccoglierle.

Grazie prima di tutto a Lisa Dellacasa, assistente paziente e preziosa, che sa muoversi con discrezione ma fondamentale praticità.
Grazie a Valentina FrisoneManuela ManziniChiara Trabella (che ha festeggiato il Compleanno con noi), Silvia Pietrobon, Francesca Costa (che a sorpresa ha scoperto di essere anche iscritta al GSSP!), Giampy CalibanoConnie Bandini e Cristina Troilo per essere venuti apposta a Cossato ed essere stati il primo laboratorio a casa dell’ArchiFiorio.

Si è rivelata ottima la scelta del B&B La Colombera di Lessona e della Tenuta Adriana Bed & Breakfast di Masserano per far dormire il gruppo nelle loro splendide oasi in mezzo al verde.

E sono state fantastiche le scelte dei ristoranti: se passate nel Biellese, tutti noi vi consigliamo di andare a mangiare all’Agriturismo La Fucina di Vigliano Biellese, alla Ristodrogheria Doppio Zero di Biella e alla Locanda del Gallo Storto di Masserano.
Ci siamo innamorati di ognuno di loro, dal menu al posto, dal personale al conto.

Sono certa di due cose.
Che lo rifarò.
E che a mio papà sarebbe piaciuto moltissimo.


La gara di incipit si è conclusa: in due settimane si sono sfidati 65 incipit e complessivamente sono stati donati dalle e dai partecipanti 858 euro all’Agenzia per la Sicurezza territoriale e la Protezione Civile dell’Emilia Romagna per l’Alluvione Emilia Romagna.

La giuria popolare ha scelto di mandare in finale
“Rumore” di Tommaso Landini (con 309 voti su 4003)

Gli autori del romanzo “Un altro ballo ancora” (Garzanti) hanno scelto di mandare in finale (in ordine di pubblicazione):
“La strada di casa” di Silvia Albano
“Preghiere alternative” di Emanuela Masarin
“Lascia perdere le tue storie” di Christian Floris
“Infrangibili identità” di Elisa Gallicchio
“Il foulard rosso” di Jamnove
“In fuga” di Sonia Vespa
“Cucarachas” di Giovanni Quimbi
“Ti manco come l’aria?” di Trapezio
“La capanna” di Andrea Cabras

La decina di finalisti è stata letta e votata dalla giuria professionale composta da: le scrittrici Stefania Auci, Alice Basso, Isabella Christina Felline, Veronica Galletta, Sara Marconi, Mariapaola Pesce, Sara Rattaro, Sarah Savioli, Nadia Terranova; gli scrittori Manlio Castagna, Riccardo Gazzaniga, Marco Magnone, Guido Sgardoli; le editor e redattrici Chiara Beretta Mazzotta, Patrizia Carrozza, Elisabetta Cremaschi, Francesca de Lena, Stefania Di Mella, Beatrice Galluzzi e Valeria Riboli; l’editor e regista Riccardo Rodolfi; la libraia e scrittrice Amanda Colombo, la libraia Giovanna Taffetani e il libraio Massimo Minuti; l’editore Mauro Morellini.

Gli incipit vincitori sono:
1° “La capanna” (di Andrea Cabras)
2° “Cucarachas” (di Giovanni Quimbi)
3° “Infrangibili identità” (di Elisa Gallicchio)

Andrea ha vinto l’iscrizione al GSSP Fare un romanzo 2023.
Giovanni ed Elisa hanno vinto un colloquio individuale sulla scrittura con me.

Potete leggere tutti gli incipit in gara sulla pagina Facebook degli Scrittori Pigri.

Bravi tutti, che mettersi in gioco non è mai facile, e un grazie personale a Gemma Ferrari che è stata una fondamentale assistente per tutta la gestione della gara.

Se vi piace scrivere e volete lavorare sulla costruzione di un vostro romanzo per tre mesi con me e per un periodo anche con Alice Basso, ci sono ancora alcuni (pochi) posti per il XVI laboratorio online degli Scrittori Pigri, il GSSP Fare un romanzo che inizierà il 18 settembre.

Anche quest’anno ho deciso di proporre la gara di incipit per vincere il GSSP Fare un romanzo 2023.
Ho fatto alcuni cambiamenti e lanciato una sfida, così ci divertiamo di più.

Intanto, per partecipare, stavolta chiedo una piccola donazione per l’alluvione in Emilia-Romagna (direttamente sul conto creato dalla Regione Emilia-Romagna).

Poi, in palio ci sarà una sola iscrizione, quella assegnata dalla giuria professionale (composta da editor, editori, scrittori e librai).
La giuria popolare, quella dei Mi piace, avrà comunque un ruolo fondamentale: sceglierà un incipit da inserire nella decina dei finalisti, che verranno poi letti e valutati dalla giuria professionale.

Gli altri nove incipit finalisti saranno scelti dagli autori del Romanzo Pigro, ossia da me, Alice Basso e i 26 Scrittori Pigri di “Un altro ballo ancora” pubblicato da Garzanti (e di cui siamo molto orgogliosi).

Ed ecco la sfida.
Ogni incipit in gara dovrà cominciare con le prime parole di “Un altro ballo ancora”:
Monica imprecò a bassa voce, quei dannati

Sono 41 caratteri spazi inclusi, continuate voi con il vostro incipit alternativo e fermatevi a 2000 caratteri in tutto.
Per cosa impreca la vostra Monica? Cosa sono quei dannati?
Potete cambiare storia, stile, genere, ma non la frase iniziale.

La gara si tiene dal 7 al 21 agosto 2023.
L’ultimo giorno utile per inviare il proprio racconto è venerdì 18 agosto.
Lunedì 21 agosto si può votare fino alle 12.00 e poi verranno conteggiati i “Mi piace”.
Martedì 22 agosto verrà annunciata la decina di finalisti e venerdì 25 agosto il vincitore per la giuria di qualità.

Per partecipare bisogna:

  • Fare una donazione a vostro nome di min. 5 € all’Agenzia per la Sicurezza territoriale e la Protezione Civile dell’Emilia Romagna (IBAN IT69G0200802435000104428964 – Causale: “Alluvione Emilia Romagna”). Consideriamo le donazioni fatte a partire dal 25 luglio 2023
  • Scrivere un incipit di max 2000 caratteri spazi inclusi iniziando con la frase: “Monica imprecò a bassa voce, quei dannati”
  • Inserirlo all’interno di una mail aggiungendo anche: titolonome cognome dell’autore e la frase “Si richiede la pubblicazione per vincere il GSSP
  • Indicare nell’oggetto della mailUn incipit per il GSSP
  • Allegare alla mail la ricevuta della donazione (che deve essere stata fatta dal 25 luglio 2023 in poi e il nome del donatore deve corrispondere al nome dell’autore)
  • Inviare la mail a raccontopigro@gmail.com entro il 18 agosto 2023

Ogni testo in gara sarà pubblicato (entro 24 ore, a partire dal 7 agosto) sull’album “Incipit in gara 2023” nella pagina Facebook degli Scrittori Pigri e potrà essere condiviso, divulgato, commentato, votato.
Ricordate di farvi votare direttamente sull’immagine del vostro incipit pubblicato nell’album, sennò non valgono i voti.

Qui trovate tutto il regolamento della gara

Nel frattempo vi ricordo che sono aperte le iscrizioni al GSSP Fare un romanzo 2023. 
Inizia il 18 settembre e per tre mesi si lavora al vostro romanzo per capire come costruirlo, come rendere efficace il protagonista e la trama, come fare la scaletta, come si scrive una sinossi, come lo si presenta a un’agenzia letteraria o a un editore e per scrivere il primo capitolo e riceverlo con l’editing fatto da me e Alice Basso.
Al momento ci sono ancora alcuni posti, ma oltre la metà è già stata presa e fino al 31 luglio c’è la Tariffa Promo (350 euro anziché 390).
Qui trovate tutte le info sul laboratorio e qui il modulo per iscrivervi.

Siete pronti a sfidare gli Scrittori Pigri?

Io sono quella che fa scadere tutto, lo sapete. Sono l’imperatrice delle scadenze, dal pepe alla patente, nessuno può capirvi quanto me, che riesco a fare shopping il giorno dopo la fine dei saldi perché ho fatto scadere pure quelli.
Voi, però, non fate come me: se volete partecipare al prossimo laboratorio online degli Scrittori Pigri, quello che inizia a settembre e durante il quale, per tre mesi, vi faccio lavorare sodo sulla costruzione del romanzo che volete scrivere (ciascuno il proprio ma con il supporto di tutti e con la mia presenza costante), be’, vi conviene farlo entro il 31 luglio perché poi scade la Tariffa Promo.

Tra l’altro, oltre la metà dei posti disponibili è già stata presa, per cui, a parte lo sconto, vi conviene iscrivervi prima che finiscano.

Il prossimo laboratorio sarà la XVI edizione ed è il GSSP FARE UN ROMANZO (qui tutte le informazioni).
Si tratta di un laboratorio online sulla costruzione di un romanzo, per arrivare dall’idea al primo capitolo, attraverso esercizi di lavoro su personaggi, narratore, linguaggi, struttura e storia. E per imparare a presentarlo a una casa editrice o a un agente letterario.
Si tiene dal 18 settembre al 18 dicembre 2023.
Le iscrizioni sono aperte, il numero di posti è chiuso
(e oltre la metà già presi).
La quota d’iscrizione
 è di 390 euro (iva compresa).
La Tariffa Promo
è di 350 euro (iva compresa) se vi iscrivete entro il 31 luglio 2023 e pagate tramite bonifico bancario.
La Tariffa Pigri
è di 330 euro (iva compresa) se avete partecipato ad almeno un GSSP e pagate tramite bonifico bancario, valida senza un termine per iscrivervi (fino a esaurimento posti).
Trovate qui la maggior parte delle risposte alle vostre domande su questo laboratorio.

Compilare il modulo non equivale a iscriversi. Il modulo vale per dieci giorni, durante i quali vi teniamo il posto e diamo il tempo di confermare l’iscrizione con il pagamento. Poi il modulo scade e con lui il posto opzionato (per usufruire della Tariffa Promo, invece, dovete pagare entro il 31 luglio a prescindere dalla data del modulo).
Trovate qui il modulo.

Vi ricordo che i due laboratori online degli Scrittori Pigri:

  • sono solo online
  • durano tre mesi
  • sono collettivi
  • sono a numero chiuso
  • sono con me onnipresente e con Alice Basso che spunta per un periodo limitato
  • sono asincroni (ossia non ci sono appuntamenti fissi che rischiate di perdere)
  • sono interamente su un forum riservato (niente lezioni frontali, niente mail)
  • sono, solo per gli iscritti, accessibili h24 per tutta la durata del laboratorio

Se volete chiudervi per tre mesi in un forum con me per lavorare sulle vostre idee e sulla vostra scrittura, vi aspetto!

Che effetto fa? mi chiedono.

Che effetto fa aver attirato in Toscana 26 Scrittori Pigri per un laboratorio di un weekend e averli poi fatti lavorare nove mesi per scrivere un romanzo?
Ventotto capitoli, uno a testa, comprese te e Alice Basso che ti segue con l’entusiasmo di una lontra in acqua.
E che effetto fa sapere che questo romanzo esce per Garzanti l’11 luglio?
Eh, ragazzi, fa un gran bell’effetto.

Sono orgogliosa, perché ho lavorato con persone straordinarie che mi hanno dato fiducia senza mai risparmiarsi.

Ci sembrava già pazzesco lavorare insieme alla scrittura di un romanzo, costruendo in gruppo la trama e poi lanciandoci nella scrittura del nostro capitolo in contemporanea con gli altri. Figurarsi vederlo in libreria.

Sono emozionata, perché è un nuovo romanzo che esce e presto sarà dei lettori. A loro l’ardua sentenza (amici lettori: vi divertirete).

Sono felice, perché so che si realizza il desiderio di ventisei persone (e anche un po’ il mio e di Alice) e perché questo romanzo la merita, la pubblicazione.

E sono grata. Ad Alice Basso, complice preziosa, e a queste meravigliose 26 persone, Scrittrici e Scrittori Pigri, che sanno fare squadra con me e attorno a me.
È stata un’impresa epica che avrei potuto fare solo con gli Scrittori Pigri, con chi aveva già sperimentato il confronto collettivo senza competizione, il mettersi in discussione, il mio modo di lavorare, le mie indicazioni da control freak, le regole da grammar-nazi e le temute esercitazioni del martedì, amorevolmente ribattezzato in mortedì.

Pigrotti, è servito.

La prossima esercitazione sarà martedì 11 luglio 2023, direttamente in tutte le librerie.

E per chi quel giorno sarà a Genova, io e un numero consistente di autori del Romanzo Pigro vi aspettiamo alle 18.00 alla Feltrinelli con la prima presentazione per festeggiare l’uscita di
UN ALTRO BALLO ANCORA (Garzanti) del collettivo Scrittori Pigri
ossia, ordine di capitolo: Francesca Biagini, Paolo Bottacin, Ugo Rota, Antonio Barra, Francesca Prada, Paola Gariglio, Elena Rivieri, Valentina Frisone, Alberto Meletto, Manuela Manzini, Floriana Brianti, Fabrizio Maccagno, Diego Cola, Chiara Marin, Valentina Merli, Paolo Saracco, Cassandra Nudo, Sabina Mantero, Silvia Dal Pin, Nazzarena Carrau, Loredana Damian, Silvia Novali, Michela Rebuffel, Michele Mingori, Marco Rosso Ferrari-o, Valeria Cianci.

E ovviamente Alice Basso e me.

Ci sarà da sorridere, da ridere e da emozionarsi.

Dai, ballate con noi.

Potete già ordinarlo un po’ ovunque ma soprattutto nelle vostre librerie di fiducia (che è sempre la cosa migliore).
Qui la scheda.


P.S.
A proposito di Scrittori Pigri, ne approfitto per ricordarvi che sono aperte le iscrizioni al GSSP Fare un romanzo che inizierà il 18 settembre.
I posti sono limitati e abbiamo già superato il numero minimo di iscrizioni (il che significa che se volete farlo vi conviene iscrivervi prima che finiscano i posti).
Il 𝐆𝐒𝐒𝐏 𝐅𝐚𝐫𝐞 𝐮𝐧 𝐫𝐨𝐦𝐚𝐧𝐳𝐨 è il laboratorio online dedicato alla costruzione di un romanzo, ognuno il proprio.
Lo si può frequentare da dove si vuole, quando si vuole, per quanto si vuole: si svolge su un forum riservato agli iscritti.
Io sarò presente per tutti i tre mesi e, per l’ultima parte del laboratorio, ci sarà anche Alice Basso.
Iscrizioni aperte, posti limitati, tariffa promo fino al 31 luglio.
Leggete qui per saperne di più.
Cliccate qui per compilare il modulo di iscrizione.

FACCIAMO UN ROMANZO è un percorso individuale di coaching narrativo con me.
Hai l’idea per un romanzo che vorresti scrivere ma non sai come svilupparla, come lavorare sui personaggi, come rendere efficace la trama e come strutturare la storia?
Facciamo un romanzo è un percorso durante il quale ti guiderò personalmente – con esercitazioni e colloqui – per aiutarti a impostare la storia e il tuo romanzo fino a scriverne il primo capitolo a cui io farò l’editing. Da lì, potrai proseguire fino alla sua stesura completa del tuo inedito.

Durata del percorso: min 2 – max 3 mesi (il calendario verrà personalizzato e stabilito al momento dell’iscrizione)
Programma: 3 colloqui individuali, 4 esercitazioni con approfondimenti e valutazioni, 1 capitolo con editing
Modalità: online (mail e Zoom o telefono)
Costo: 450 euro (sconto Scrittori Pigri: 410 euro per chi ha partecipato ad almeno un GSSP)
Per iscriversiinfo@barbarafiorio.com

La prima edizione di Facciamo un romanzo è stata proposta con date fisse e un massimo di dieci iscritti.
Questo era il programma e queste sono state le mie considerazioni conclusive su quell’esperienza.
Ora lo stesso percorso è disponibile senza una data fissa di partenza (che verrà stabilita di comune accordo).

A chi invece interessano singoli colloqui individuali di coaching narrativo, ricordo che c’è sempre TRAMA CON ME.

Per la prima edizione di Facciamo un romanzo, il percorso individuale di coaching narrativo che ho proposto a settembre in alternativa al GSSP Fare un romanzo (avevo bisogno di ritagliarmi più tempo per alcuni progetti personali), ho lavorato con cinque autrici e cinque autori ai loro romanzi.

È stato strano ed è stato bello, molto bello.

Strano perché sono abituata ai laboratori di gruppo, dove chi mi segue può contare anche sul supporto e il confronto con gli altri compagni di avventura e per tre mesi si crea un forte e vero senso di appartenenza che dà vita al Gruppo di Supporto Scrittori Pigri (per gli amici, GSSP).
Queste dieci persone, invece, avevano un esclusivo rapporto con me.
È stato bellissimo, dicevo, e se da un lato sapevo di potergli dare molto, dall’altro mi restava la sensazione che si perdessero qualcosa, quello spirito di comunità e di scambio costante che si trova nel GSSP.

Era un percorso differente sia per me che per loro e io per prima ho cambiato in corso d’opera i dettagli del programma, tarandomi sui loro tempi e sulle loro esigenze.
Sono stata al loro fianco, di settimana in settimana, con scambi di mail, condivisioni sul drive e colloqui su Zoom, e insieme, con ognuno di loro, abbiamo lavorato alla loro idea.
Dieci idee diversissime, tutte intriganti, con cifre stilistiche diverse e punti di debolezza e di forza diversi.
Non gliel’ho resa facile, ho preso a picconate dove vedevo che serviva, ho rimodellato insieme a loro personaggi e idee che pensavano funzionasse, ho mostrato le fragilità nella trama, le piccole e grandi incoerenze, i vuoti di logica e verosimiglianza. In alcuni momenti credo di essermi fatta odiare (e di certo vedere alcune serie tv avere un enorme successo nonostante imbarazzanti buchi narrativi mi faceva sentire pure in colpa nei loro confronti, che poverini erano capitati tra le grinfie di una perfezionista del menga) ma loro mi hanno seguita fino all’ultimo. E, da quello che mi stanno scrivendo, sono anche molto soddisfatti del percorso fatto.

Adesso sono pronti a finire i loro romanzi.
Lo abbiamo preso insieme a spallate, abbiamo rivisto la trama, gli intrecci, i personaggi, l’incipit, il finale, la scaletta e hanno il primo capitolo con l’editing fatto. Niente scuse, devono andare avanti.
Ovviamente non rivelerò nulla dei loro romanzi ma tifo moltissimo per ognuno di loro e penso che la maggior parte, se non addirittura tutti, meritino davvero di essere pubblicati.

Voi dieci che sapete chi siete, ve l’ho scritto in privato ma ve lo ridico in pubblico: tifo per voi, non cincischiate, scrivete quei dannati romanzi, presentateli a un editore (adesso sapete anche come fare) e chiamatemi per brindare insieme perché io sarò fierissima, il giorno in cui vi pubblicheranno.

Io adesso prendo fiato perché il 16 gennaio aprirò le porte al 15° Gruppo di Supporto Scrittori Pigri, il GSSP Scrittura e Narrazione.
Tre mesi su un forum creato apposta e riservato agli iscritti per un laboratorio di gruppo in cui si può contare sul confronto e l’aiuto di tutti gli altri, senza competizione perché a me non piace, dove ogni settimana – il mortedì, per la precisione, come lo chiamano gli Scrittori Pigri – assegno un’esercitazione diversa su varie tecniche narrative da consegnare entro sette giorni e aggiungo approfondimenti, consigli di lettura, interviste.
Grazie al fatto che è online e asincrono lo si può frequentare da dove si vuole, quando si vuole e per quanto si vuole (finché, dopo tre mesi, non caccio via tutti che nel frattempo sarà arrivata la primavera).
Io sono presente per tutto il laboratorio, Alice Basso per una settimana.
Qui ci sono tutte le info e qui il modulo di iscrizione.
Ci sono ancora posti ma sono limitati, e di solito a un certo punto finiscono.

La gara di racconti per vincere il GSSP Scrittura e Narrazione 2023 si è conclusa e, prima di annunciare i vincitori, mi fa piacere dirvi che sono stati donati al Centro Antiviolenza Mascherona 561 euro.
Grazie a tutte e tutti le/i partecipanti.
 
In due settimane si sono sfidati 62 racconti, i voti totali dei lettori sono stati 4144 e 25 giurate e giurati hanno letto, confrontato e votato i dieci racconti finalisti.
 
La giuria di qualità era composta da: le scrittrici – oltre ad Alice Basso che, insieme a me, ha scelto la decina di finalisti – Emanuela Ersilia Abbadessa, Donatella Alfonso, Valeria Corciolani, Isabella Christina Felline, Daniela Palumbo, Mariapaola Pesce, Sara Rattaro, Sarah Savioli, Nadia Terranova.
Gli scrittori Sergio Badino e Pino Pace. La editor e le redattrici Chiara Beretta Mazzotta, Valeria Riboli e Giovanna Salvia. La libraia Amanda Colombo e il libraio Massimo Minuti. L’editore Mauro Morellini, Nicola Tangorra della Fondazione Lucrezia Tangorra, Maurizio Liberti del Gruppo di Lettura Carmagnola, una rappresentanza del Centro Antiviolenza Mascherona e una rappresentanza di Scrittori Pigri DOC (appositamente esclusi dalla gara).
Grazie a tutte e a tutti, che anche quest’anno ci avete regalato il vostro tempo e il vostro occhio esperto.
 
I racconti vincitori per la Giuria di qualità sono:
1° “La decisione” (di Ottavio Mirra)
2° “Troppo pigro per morire” (di Valentina Tonelli)
3° “Due giorni dopo” (di Simone Paparazzo)
 
Il racconto vincitore per la Giuria popolare è 
“Perché correre?” di Tommaso Landini (494 voti)
 
I due primi classificati hanno vinto l’iscrizione al GSSP Scrittura e Narrazione 2023.
Il secondo e il terzo classificati della Giuria di qualità hanno vinto un colloquio individuale sulla scrittura con me.
 
CONGRATULAZIONI AI VINCITORI E BRAVI A TUTTI I PARTECIPANTI
Qui potete leggere tutti i racconti in gara.
 
Se vi piace scrivere e volete esercitarvi a farlo per tre mesi con me e, per una settimana, con Alice Basso, ci sono ancora posti per il 15° Gruppo di Supporto Scrittori Pigri, il GSSP Scrittura e Narrazione che inizierà il 16 gennaio 2023.
Può anche essere un bel regalo di Natale.
 

Saranno tre mesi di esercitazioni di scrittura narrativa su un forum riservato, una community protetta fatta da chi ama scrivere ed è in cerca di stimoli e di strumenti.
Ogni iscritto avrà una password, il proprio nickname e potrà partecipare ovunque sia, in qualunque momento, per quanto tempo vuole: è un laboratorio asincrono, gli unici “appuntamenti fissi” sono le scadenze settimanali per consegnare (entro sette giorni da quando viene assegnata) la propria esercitazione.
Tutti i testi verranno discussi collettivamente all’interno di un forum privato, protetto da password, con il mio feedback continuo sul vostro lavoro.

Qui potete trovare tutte le informazioni sul laboratorio e, se desiderate partecipare, qui trovate il modulo di iscrizione.